© 2016 Raggi di Benessere  - Via XI Febbraio 27 - 20090 Vimodrone (MI) Tel. 02 36707609 - mail info@raggidibenessere.it - P. IVA: 09466040962

MIELE MILLEFIORI DI MONTAGNA
Il miele più diffuso ma anche più vario, perché frutto di tanti fiori che cambiano da zona a zona. Il sapore un pò come per il vino cambia di anno in anno in base al clima e alla flora è ricco dei profumi della Montagna Valtellinese.
E' un miele di grande qualità che partecipa ogni anno al concorso "Grandi mieli d'Italia, premio G. Piana" e che nel 2015 è stato premiato con la massima referenza le "Tre gocce d'oro"  Il "Millefiori" offre la possibilità di scoprire grandi mieli.

 

MIELE DI ACACIA
E' il miele più dolce, dal sapore molto delicato di confetto è di colore chiarissimo. Molto utilizzato in cucina e nelle diete per l'alta capacità di dolcificare anche con piccole dosi.

A causa del cambiamento climatico ed essendo un miele monofloreale è sempre più difficile da produrre e la quantità in commercio dipende da anno in anno.

Essendo però il miele più conosciuto dai consumatori in commercio si trovano spesso mieli di acacia di dubbia provenienza da cui è meglio diffidare.

 

MIELE DI TIGLIO
E' un miele con una nota balsamica molto caratteristica e marcata. Ottimo per dolcificare le tisane e e la macedonie. E' un miele di carattere. Il Miele di Tiglio della Valtellina ha vinto nel 2004 il primo premio ("Tre gocce d'oro" ) nel concorso "Grandi mieli d'Italia, premio G. Piana" Grazie alla sua resistenza all'ossidazione rimane fluido e può essere una alternativa al miele di Acacia negli anni di bassa produzione.

MIELE DI CASTAGNO
E' un miele scuro, dal sapore forte e leggermente amaro. E' fra i mieli più conosciuti ed apprezzati per il suo carattere deciso. E' un miele ottimo per la prima colazioni, si abbina molto bene ai formaggi freschi, in particolare alla ricotta fresca e allo yogurt greco.

MIELE DI MILLEFIORI DELL'ALTA MONTAGNA
Questo miele è un prodotto di vanto dell'apicoltura della Valtellina e delle zone alpine limitrofe, spesso premiato nei principali concorsi nazionali. E' il frutto della raccolta di nettare dei fiori di alta montagna (sopra i 1000 metri di quota). Concentra tutta la bontà e la purezza dell'aria e del sole di alta quota. Un miele quindi molto particolare e da conoscere

 

MIELE DI RODODENDRO
E' un miele difficile da ottenere poiché in alta montagna le condizioni climatiche sono spesso mutevoli e la fioritura non è costante. I rischi e le fatiche degli apicoltori vengono però ripagate dalla bontà, dalla delicatezza e dal sapore unico di un miele per veri intenditori. E' un miele non eccessivamente dolce, da gustare al cucchiaino o da abbinare a formaggi stagionati (Bitto, Parmigiano Reggiano ecc.)
Il Miele di Rododendro della Valtellina è premiato con una certa regolarità nei principali concorsi nazionali. 

 

I mieli sono disponibili nei formati Vaso da 250 g - 500g

Api-Sondrio Società Cooperativa

La Valchiavenna e la Valtellina offrono un prodotto che sposa la corposità dei mieli di valle con il più rarefatto gusto dei mieli di alta montagna; a sprazzi troviamo, più o meno consistente, la presenza di una vena di mieli di tiglio che fornisce al prodotto una sua particolare nota balsamica.
Sopra i mille metri, in tutta la Provincia si produce eccellente miele che sa far dimenticare all'apicoltore i perigli e l'aleatorietà delle produzioni in alta quota.
Non vogliamo qui semplicemente evidenziare la genuinità del miele della Valtellina e della Valchiavenna, ma piuttosto far conoscere al pubblico i mille tipi di miele, le mille gradazioni di sapori, i mille profumi che la vasta gamma della nostra produzione riserva e che purtroppo sono ancora sconosciuti a molti consumatori.
Un nota importante è da riservare alla più rara produzione di mieli monoflorali: essi sono legati a precisi luoghi e agli andamenti stagionali. 
Fra questi comunque, per importanza e pregio, c’è da menzionare in primo luogo quello di rododendro ma interessanti per l’alta qualità anche quellidi castagno, di acacia e di tiglio. Maggiori informazioni sulle produzioni della Valtellina nel sito www.miele.so.it